Sara Tommasi e la Vergine Maria: “Questa ha fatto fessi tutti”

Dalla Vergine Maria a Fabrizio Corona passando per i soldi che le dovrebbe Lele Mora, Sara Tommasi torna a infilare un altro anello al suo raccoglitore di “successi”, un’intervista all’interno della quale l’unico filo conduttore e la sua evidente confusione. O forse, la sua furbizia.

Guardando queste immagini, non ci si può fare a meno di chiedersi: ma Sara Tommasi ci è o ci fa? Va bene la confusione, il concedere versioni per poi ritrattarle subito dopo e passi perfino per il film hard che ha assicurato di aver girato sotto l’effetto di stupefacenti. Quando il discorso si approfondisce e Sara comincia a parlare a ruota libera, però, la situazione s’ingarbuglia. Perché, checché se ne dica e oltre agli appelli redatti in sua difesa, questa ragazza non riesce a convincere proprio tutti. Certo, che sia confusa è evidente ma l’ultima intervista che la vede protagonista comincia a far nascere qualche dubbio rispetto alle sue condizioni di salute. L’occasione di guardare l’ultimo tassello di vita dell’ “enigmatica Sara” arriva grazie al servizio realizzato da ViviRomatelevision. La ragazza viene intercettata all’interno di un ristorante e, quasi con nonchalance, si concede alla curiosità dell’intervistatore.

 

Cerchi casa, lavoro, una macchina nuova ?
Vuoi comprare o vendere qualsiasi cosa ? Fallo con Bakeca.it!

La chiacchierata parte un po’ in sordina. Sara risponde a monosillabi, quando lo fa, tanto che la sua vocina è quasi impossibile da udire. Testa bassa e sguardo assente -quasi una replica di quanto accaduto durante la serata degli insulti in discoteca – la Tommasi sembra quasi non esserci, accontentandosi di fare da contorno. Esplode solo dopo qualche minuto quando, ricordandosi dal nulla di un discorso che sembra starle particolarmente a cuore, racconta la sua personalissima versione dell’immacolata concezione, punto cardine della credenza cattolica. Lo stesso che, quasi inconsapevolmente, Sara demolisce senza pietà. La Vergine Maria non è l’unica a fare le spese del suo pensiero. Subito dopo, tocca all’ormai scarcerato Lele Mora, quell’ex agente dei vip che – racconta Sara – le dovrebbe dei soldi e che, per utilizzare le sue stesse parole, meriterebbe esclusivamente una lettera minatoria o addirittura una simpatica visita da parte di un killer. Parole forti le sue ed è proprio questo che accende la scintilla.

Sara a tratti sembra quasi divertita, possibile dunque non si accorga della gravità di quanto dice? Nemmeno quando si sposta su un terreno minato come quello delle feste ad Arcore, la Tommasi rientra nei ranghi. Ormai completamente assorbita dal suo ruolo, racconta che scriverà addirittura un libro pro-Berlusconi, quell’ex presidente del Consiglio contro cui si scagliava solo qualche anno fa attraverso sconvolgenti sms. La Tommasi non si ferma e tra uno sproloquio su Fabrizio Corona, la Chiesa Cattolica e le attitudini di Vespa, prosegue il suo racconto, sempre a metà tra il serio e il faceto, rendendoci di fatto impossibile stabilire se il suo sia un disperato grido d’aiuto o, invece, la messinscena di una straordinaria attrice che ha deciso d’investire su sé stessa e sulla sua storia per realizzare qualcosa che nessun’altro aveva pensato prima. Una parodia da vivere 365 giorni l’anno con incredibili colpi di scena annessi. Sempre se di parodia si tratta.

Seguici anche su

Facebook

Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>