Olimpiadi di Londra 2012, le azzurre su cui puntare

  • Sarà lei la nostra portabandiera, Valentina Vezzali, che alla sua quinta Olimpiade e felicemente mamma è un baluardo della rappresentanza italiana a Londra 2012, dove le donne rappresentano il 43,5% degli atleti (contro il 38% delle olimpiadi cinesi). Saranno 127 le azzurre, noi facciamo il tifo per tutte! La scherma è stata sempre generosa di medaglie e la fiorettista jesina sempre medagliata (tra individuale e a squadra). A Pechino vinse l’oro in solitaria e il bronzo in team. Valentina è tra la pole position delle nostre speranze di podio.
    • Regina del gossip (per il suo flirt con il collega Filippo Magnini) ma soprattutto della vasca, Federica Pellegriniè dirompente e decisa (anche a costo di essere a volte impopolare, come quando dichiarò di non essere disposta a portare la bandiera italiana alla cerimonia di inaugurazione per evitare di stancarsi).Ventitreenne, debuttò alle Olimpiadi di Atene nel 2004 con un argento sui 200 m stile libero, sua specialità, e a Pechino si migliorò con un oro. Le nostre speranze sono tutte con lei!
      • Ventisettenne, per lei è già la quarta Olimpiade. Figlia d’arte, Tania Cagnottoè la nostra eroina dei tuffi.In realtà sotto i cinque cerchi non ha mai vinto medaglie, ma ai più recenti Mondiali ci ha sempre dato soddisfazioni e agli Europei 2012 di Eindhoven ha inanellato argento dal trampolino da 1 metro e oro dal sincro in coppia con Francesca Dallapé. Confidiamo in loro.
        • Natalia Valeevaè la veterana del team azzurro, eppure a 42 anni è in formissima e pronta a raccogliere ancora successi.Di origine moldave, in forza all’Italia da quando risiede in Emilia e ha sposato il collega Roberto Cocchi, è anche mamma di tre splendidi bambini, uno di 12 anni, le due gemelle di 6 anni. Tanto che ora il tiro con l’arco è il suo momento di relax in mezzo al ruolo intenso e amato di madre. Insieme alla squadra azzurra si presenta a Londra come campionessa del mondo.

          Nella foto è simpaticamente in parrucca rossa stile Merida, la principessa arciera del film Ribelle – The Brave (che uscirà il 5 settembre), insieme ai figli anche loro in parrucca rossa stile personaggi del cartoon Disney.

          • Impossibile negare che dopo le grandi prestazioni delle nostre tenniste sui campi internazionali, qualche speranza è affidata anche al tennis rosa.Flavia Pennetta, Francesca Schiavone, Roberta Vinci e Sara Errani sapranno forse stupirci. Soprattutto Sara, in grande forma dopo la finale al Roland Garros e il nono posto del ranking mondiale.
            • Dal 2000 la nazionale di pallavolo femminile azzurra ha sempre centrato la qualificazione, mai il podio. Che Londra sia la volta buona per cominciare?Da Eleonora Lo Bianco e compagne ci aspettiamo di sì. Del resto era solo l’anno scorso quando in Giappone le italiane hanno conquistato l’oro mondiale.
              • Duo della beach volley sesto nel ranking mondiale, Greta Cicolari e Marta Menegatti hanno 8 anni di differenza, la prima classe 1982 ed ex della volley indoor di A1, l’altra classe 1990. Eppur sulla sabbia hanno un grande affiatamento e hanno raccolto nell’anno due bronzi e un argento nei vari openin giro per il mondo, dove si sono battute con le migliori giocatrici internazionali.Le premesse sono molto buone!
Leggi anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>